SCUOLA MTB SARDEGNA 

Nel 2011 la mia grande passione per la MTB mi ha spinto a intraprendere una nuova attività lavorativa, quella di aprire una scuola di Mountain Bike.

Nonostante non avessi un campo scuola adeguato, ho la fortuna di vivere in Ogliastra, una zona della Sardegna che si presta meravigliosamente alla pratica di questo sport e perciò fui avvantaggiato per tale scopo. Affiancato per breve tempo da un maestro allenatore di 2° livello (F. C. I.) proposi prima al Comune e poi alla Scuola Primaria di primo grado del mio paese, un programma dettagliato di ciò che sarebbe stato il corso di MTB. Quasi stentavo a crederci! Il mio progetto - lo chiamai “Non solo calcio” - fu accettato con entusiasmo conseguendo molto successo. Ebbi tantissimi iscritti, circa quaranta, tutti giovanissimi, e decisi di organizzare i corsi creando gruppi di sei/ sette elementi e programmando quattro ore di lezione a settimana per gruppo. Fui peraltro piacevolmente sorpreso del fatto che anche numerosi adulti decisero di frequentare il corso di MTB, anche  se inizialmente solo spinti dalla curiosità di conoscere gli effetti benefici della bici.

Quest’anno le cose sono un po’ cambiate, non solo perché i giovanissimi sono cresciuti, oltre che migliorati parecchio, sono cambiate soprattutto per me che dopo aver frequentato il corso di MM di Primo Livello (F. C. I.) mi sono reso conto di quanto mi mancava sia a livello teorico che pratico nel confronto con gli allievi, soprattutto con i giovanissimi con i quali ho maggiormente a che fare.

Quest’anno le lezioni si svolgono nella nuova scuola di MTB: il successo riscontrato mi ha permesso di avere tanti ettari di bosco demaniale a disposizione e quindi realizzare il mio progetto di aprire una vera e propria scuola di MTB.

Ma il mio obiettivo principale rimane riuscire a trasmettere ai miei allievi passione ed entusiasmo, perché sono convinto che il gioco rimane alla base di tutto … e quasi sempre un sorriso è meglio di una derapata fatta bene.

 

 

Io con uno dei miei tanti gruppi
Io con uno dei miei tanti gruppi

                                                 CORSI DI MOUNTAIN BIKE:

 

I corsi vengono svolti tutto l'anno, essi sono rivolti a:

 

tutti coloro che non hanno mai avuto la possibilità di imparare ad andare in bici

coloro che sanno già pedalare e intendono migliorare le proprie capacità coordinative, in particolare l’equilibrio

chi desidera semplicemente pedalare tra i boschi

chi vuole migliorare la propri forma fisica

 

Le lezioni si svolgeranno la mattina ed il pomeriggio, due volte a settimana. Ogni lezione avrà una durata di due ore.

Si effettuano anche lezioni personalizzate.

I corsi sono rivolti a bambini e adulti di tutte le età, a partire dai 4 anni e mezzo in su.

 

 

Materiale obbligatorio:

Propria Mountain Bike

Casco

Occhiali da ciclista

Guanti

Certificato medico sportivo non agonistico

 


COSTI CORSI PER ADULTI:

 

 

Corso Base di Primo Livello:  230,00 euro 

Download
Scarica il Programma che prevede il Corso:
Corso di Mountain Bike di Primo Livello.
Documento Adobe Acrobat 115.2 KB

Corso sulle Abilità Specifiche di Base di 2 Livello: 280,00 euro

Download
Scarica il Programma che prevede il Corso di 2 Livello:
2livello( Le Abilità Specifiche di Base)
Documento Adobe Acrobat 71.4 KB
Download
SCARICA IL MODULO D'ISCRIZIONE PER IL CORSO DI MTB PER ADULTI
MODULO ISCRIZIONE CORSI MTB ADULTI.pdf
Documento Adobe Acrobat 178.6 KB
Download
SCARICA IL REGOLAMENTO CORSO SCUOLA DI MTB
REGOLAMENTO CORSO SCUOLA DI MTB.pdf
Documento Adobe Acrobat 415.6 KB

La Scuola si trova ad Arzana nelle vicinanze del Parco Carmine, lungo la strada Statale 389 Lanusei-Nuoro fronte Bar La Stazione.


CORSI DI MTB PER GIOVANISSIMI DAI 5 ANNI DI ETA' IN SU

Download
SCARICA IL MODULO D'ISCRIZIONE PER IL CORSO DI MTB
MODULO D'ISCRIZIONE SCUOLA DI MTB.pdf
Documento Adobe Acrobat 260.2 KB
Download
SCARICA IL REGOLAMENTO CORSO SCUOLA DI MTB
REGOLAMENTO CORSO SCUOLA DI MTB.pdf
Documento Adobe Acrobat 420.6 KB

ALCUNE FOTO DELLE STAGIONI 2011/12/13/14/15/16


                                  Brevi  cenni sul Ciclismo Fuoristrada

 

Il Ciclismo Fuoristrada comprende le seguenti discipline: il Bmx, il Mountain Biking, il Ciclocross ed il Trial. Queste discipline a loro volta prevedono varie specialità.

 

IL  BMX

 

Bmx(Bicycle Motor Cross) è una sigla di origine statunitense che in sintesi racchiude la vera origine di questa disciplina, nata appunto come attività ludica per ragazzi praticata sulle piste da motocross. Infatti,  in America verso la fine degli anni ’70, alcuni appassionati motocrossisti iniziarono a organizzare, per i giovani, divertenti gare in bicicletta sullo stesso tracciato delle loro moto. In Europa si verificò, anche se con un certo ritardo, un grande sviluppo di questa disciplina: dapprima in Olanda e successivamente in Francia che, tutt’oggi, è una delle nazioni leader della specialità. In Italia, già nel 1986, moltissimi erano i praticanti che si dedicavano quasi esclusivamente al Bmx di tipo agonistico. Proprio quell’anno a Riccione si svolse la prima edizione dl Campionato del Mondo.

 

Il Bmx può essere praticato, da maschi e femmine, già a partire dall’età di 7 anni. Per ciascuno anno di nascita è prevista una categoria a se stante. E’ importante sottolineare che esistono due tipi di bicicletta per praticare il Bmx che si differenziano sostanzialmente, non tanto nella struttura generale, quanto nelle misure: il primo tipo con ruote di diametro  da 20 pollici ha un telaio più piccolo rispetto a quello con ruote di diametro da 24 pollici che viene definita “ Cruiser “.

 

Le bici con le ruote più piccole, quelle con diametro da 20 pollici, vengono utilizzate in tutte le gare delle categorie del Bmx propriamente detto, in queste gare i corridori vengono chiamati “ Rider “. I “ Cruiser “ invece sono i corridori le cui gare di categoria sono caratterizzate dall’uso delle biciclette con le ruote più grandi, quelle da 24 pollici.

 

IL  MOUNTAIN BIKING

 

Il  Mountain Biking è uno sport molto giovane, il primo Campionato del Mondo ufficiale si è svolto nel 1990 in Colorado, tuttavia ha avuto uno sviluppo molto rapido, sia dal punto di vista ricreativo amatoriale, sia come disciplina sportiva di alta competizione: la specialità Cross Country è stata introdotta nel programma ufficiale dei Giochi Olimpici nel 1996. Il Mountain Biking agonistico consta principalmente di due specialità:

Cross Country(XC o Fondo) e Downhill (DH o discesa). Negli ultimi anni era stato introdotto anche lo Slalom (SL), praticato prevalentemente dai migliori specialisti della discesa e del Bmx. Attualmente il regolamento internazionale prevede una nuova specialità, il 4X (four cross).

 

Il Cross Country è una delle specialità ciclistiche più faticose, soprattutto per il tipo di impegno che richiede. La durata delle gare, frequentemente oltre le due ore, può essere considerata per molti aspetti estenuante. Le variazioni altimetriche dovute al percorso e le variabili condizioni del fondo, oltre a esigenze tecnico-tattiche, costringono a degli impegni non sempre costanti.

 

IL  CICLOCROSS

 

Il Ciclocross è, tra le specialità del Ciclismo Fuoristrada, sicuramente la più datata in quanto le sue origini come pratica sportiva risalgono agli albori del ciclismo.

 

Spesso infatti gli specialisti del ciclismo su strada hanno praticato e tuttora praticano questa disciplina, nel corso della preparazione invernale, per stimolare le capacità aerobiche e le abilità di guida a completamento della propria preparazione. A seguito dello sviluppo del Mountain Biking, invece, molti specialisti del Ciclocross hanno trovato nel Cross Country grandi affinità con la loro specialità.

 

In effetti le due competizioni, essendo comprese entrambe dal Ciclismo Fuoristrada, presentano numerosi aspetti  tecnici che possono essere considerati comuni o comunque assimilabili reciprocamente al punto che molti atleti hanno ottenuto ottimi risultati in entrambe le specilità.

 

L’ attività agonistica di Ciclocross può essere effettuata a partire dalla categoria degli esordienti di 2° anno per i quali è stabilito che la durata di gara sia di 30 minuti.

 

IL TRIAL

 

Il Trial e il BikeTrial sono specialità del Ciclismo Fuoristrada che prevedono l’utilizzo di specifiche biciclette. Con queste l’atleta dovrà superare sezioni di percorso, dette “zone non stop”, che presentano ostacoli naturali e – o artificiali, appoggiando, il minore numero di volte il piede a terra, per ottenere meno penalità possibili.

Ovviamente,  per praticare queste specialità occorrono grande equilibrio e ottime capacità di guida, oltre a una notevole capacità di concentrazione e determinazione utile a superare i passaggi più impegnativi  che il percorso presenta. Forza e rapidità sono in particolare sono, sono fattori determinanti nelle evoluzioni tecniche di guida e nei salti da un punto a quello successivo.

 

Le biciclette da Trial sono caratterizzate da ruote da 20 pollici, sono prive di cambio di velocità e spesso anche della sella e hanno un telaio basso e dalla forma allungata, con alcuni componenti specifici per questa specialità, ad esempio: il paracolpi a protezione del movimento centrale.

Nel Biketrial si usano invece delle biciclette che, tranne per alcuni particolari, sono delle Mountain Bike: ruote da 26 pollici, deragliatore anteriore e posteriore di tipo standard.

 

L’attività Agonistica del Biketrial è regolata dalla FCI, sono previste tre categorie: Giovanile, Open e Top.

La Giovanile va dai 7 ai 16 anni ed è suddivisa in Giovanissimi(7-12), Esordienti(tutti)e Allievi(fino ai 16 anni).

 

La categoria Open va dai 17 anni in su: comprende gli Allievi di 17 anni, gli Under 23 e gli Elite. Alla categoria Top possono accedere tutti i concorrenti dai 17 anni in su che ne facciano richiesta. 

 

Cenni tratti dal libro "MOUNTAIN BIKE"

 

L' allenamento per la MOUNTAIN BIKE e il ciclismo fuoristrada

 

Paolo Aprillini

 

Multimedia Sport Service