Le Gare sono un mix di                                     divertimento, fatica,                      conoscenza e sportività. La competizione? dev'essere contro se stessi..

La mia grande passione per la Mountain Bike nasce nel 2010. Ho sempre amato la bici sin da quando ero piccolo e così, ho deciso di riprenderla in mano. Avevo voglia di cambiare sport, volevo praticare qualcosa di diverso, uno sport di resistenza, che mi desse qualche soddisfazione dopo aver faticato tanto. La Mountain Bike era quello che faceva per me.

 

Il vero scopo: stare in forma non è stato il vero motivo della mia scelta, piuttosto mi ha spinto la voglia di esplorare la Sardegna con la Mtb: l'idea era quella di dedicare ogni fine settimana alla scoperta di nuovi territori. Così ho comprato una Canyon Nerve, e hanno avuto inizio le mie avventure!

 

Nel mio paese i praticanti di questo di questo sport erano davvero pochi, 4 miei paesani pedalavano da qualche anno prima di me e pian piano ho iniziato ad avvicinarmi a loro. Un giorno mi hanno proposto di partecipare ad una Gran Fondo, sarebbe stata la mia gara! Non ho dato molta importanza a quella proposta, anche perchè non avevo tanto allenamento sulle gambe, comunque mi incuriosiva un pò. Ho partecipato alla Gran Fondo di Tonara, un percorso lungo di 42 Km, e mi sono divertito un mondo. Così, da quella gara non mi fermai più. Lo stesso anno cercai di abbracciare più competizioni possibili, passavo tutti i giorni in sella riposando pochissimo. La Mtb mi aveva rapito. 6 mesi dopo aver iniziato ad andare in Mtb, mi lanciai in un avventura diversa, un gara di lunga distanza di 430 km. Sapevo di non essere ancora pronto, ma volli provare. Il Naturaid Sardegna così si chiamava, fu una grande sfida con me stesso, purtroppo superai il tempo limite di 60 h e fui squalificato. Non mi interessava, avevo già vinto. Mi misi in testa che dovevo allenarmi ancora tanto e così feci. Le gare di endurance erano fatte a posta per me. Nel 2011 decisi di partecipare al Rally di Sardegna, una gara di 6 tappe di 450 km e 12000 m di dislivello. E' stata durissima, ma divertente e stimolante per me stesso. Partecipai per i due anni consecutivi. Oramai le lunghe distanze presero il sopravento su di me. Purtroppo nel 2014 la gara fu definitivamente annullata per mancanza di fondi. Nel 2015 pensai che dovetti riscattarmi per quel Naturaid Sardegna concluso fuori tempo, e decisi di partecipare al Naturaid Extreme Sardegna. Consisteva nell'attraversare la Sardegna da Olbia a Capoterra in totale autosufficienza. I km, ben 480 con un dislivello di 12000 m. Decisi di partecipare in solitaria, perchè così mi sento. Il tempo massimo era di 120 h, ci impiegai 89 h. Fu una gran vittoria per me stesso. Ringrazio ancora chi mi è stato vicino. Partii il 24 Maggio alle h 6:00. Le emozioni mi danno una spinta positiva. 

 

                        Le mie gare più importanti:

Anno 2016. MyLand Non Stop. 400 km 10000 m+. 50 h

Anno 2015. Sardegna Extreme. 480 km. 12000 m+. 89 h

      Anno 2013: Rally di Sardegna. Km 450. 12000 m +

      Anno 2012: Rally di Sardegna. Km 480. 12000 m +

       Anno 2011: Rally di Sardegna. Km 450. 12000 m +

Anno 2010. Naturaid Sardegna. 430 km no-stop 10000 m